Caratteristiche Cultivar Itrana

Le caratteristiche della Cultivar Itrana

La cultivar Itrana è un albero di olivo che si sviluppa originariamente nel territorio della provincia di Latina, nello specifico a Itri, a pochi km dal nostro Frantoio.

Da questa varietà di olivo, nasce uno degli oli più importanti non solo nella scena italiana, ma anche sul panorama internazionale.
Vediamo insieme cosa rende questo frutto così amato e quali sono le sue principali caratteristiche.

Le caratteristiche dell’olivo Varietà Itrana

La Cultivar Itrana

Chiamata anche Oliva Grossa, Oliva di Trana o Oliva di Gaeta, in quest’ultimo caso per via della sua esportazione dal vicino polo portuale di Gaeta, la cultivar itrana prende il nome più precisamente dalla città di Itri e si sviluppa in tutte le zone limitrofe, rappresentando da anni un elemento di spicco in tutto il Territorio dell’Agro Pontino.

Per quanto riguarda le caratteristiche botaniche, questa varietà di olivo presenta un livello di crescita molto vigoroso con una chioma folta e rami fruttiferi, grazie al clima temperato e alle condizioni ottimali che il ph del suo terreno offre.

Inoltre, la cultivar itrana riesce ad assorbire i tratti dei boschi che la circondano, conservando gli aromi e i profumi tipici anche nell’olio.

Ha una scarsa sensibilità alla mosca, ma risulta molto resistente al freddo e alla siccità.

Come riconoscere la pianta?

Dalla forma tondeggiante e leggermente schiacciata delle sue olive scure, la pianta può essere anche riconosciuta grazie alla sua chioma folta delle sue verdi foglie ellittico-lanceolate lunghe circa cinque centimetri e mezzo.

Vuoi conoscere altre varietà che coltiviamo nella nostra azienda?
Leggi anche:

Olivo varietà Coratina: caratteristiche e resa dell’olio
Le caratteristiche dell’Olivo Leccino
Olivo Varietà Sessana

Le caratteristiche dell’oliva Itrana

Olive Varietà Itrana

Ciò che rende davvero importante questa tipologia di oliva è il suo doppio impiego nella cucina italiana ed internazionale.

Seppur tardiva come maturazione, può essere colta nei mesi tradizionali di Settembre-Ottobre, dove il suo grado di maturazione presenta un colore rosa vivace molto particolare, e processata per utilizzo come olio extravergine di alta qualità.

Diversamente, coglierla nei mesi primaverili di Marzo e Aprile, quando il suo colore scuro e intenso arriva a raggiungere una dimensione di otto centimetri circa, significa assicurarla nella cucina di tutti sposandosi bene con le carni, come condimento per sugo e pasta, nel baccalà e come spunto per un aperitivo.

 

L’olio dalla Monocultivar Itrana

Dai processi di lavorazione dell’Oliva Itrana , nasce il nostro Olio Monocultivar Itrana, un prodotto dal colore verde intenso e con un aroma fruttato medio ad intenso, con sentori di pomodoro, basilico e erba tagliata.

Il suo sapore deciso e il suo sapore tipico emerge al meglio se utilizzato con piatti caldi o per la panificazione, come zuppe, focacce e pizza napoletana.

Inoltre, l’olio ha un alto contenuto di polifenoli e un acidità oleica molto inferiore alla media, delle caratteristiche che lo rendono un toccasana per la propria salute.

 

Share on facebook
Facebook
Share on whatsapp
WhatsApp

Soddisfa La Tua Curiosità

Lascia qui le tue domande. Ti risponderemo al più presto.

    Inserisci questo codice:

    captcha

    Articoli Correlati

    Cos’è la gramolatura delle olive e perché è importante?

    La gramolatura delle olive è uno dei passaggi fondamentali della produzione di olio. Dopo la frangitura, la pasta di olive viene trasferita nella gramola, dove avviene il processo per distaccare l’acqua dall’olio. Un procedimento che richiede massima attenzione e precisione, per ottenere un prodotto di qualità. Vediamo nel dettaglio cos’è e perché è importante.

    Leggi Di Più